Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2015

2015: un anno in parole (parte 1 - dischi, film e serie tv).

Immagine
Quest'anno la classifica è un riassunto.
Quest'anno la classifica non è musicale, è totale.
Quest'anno, con meno post scritti, la classifica è il racconto di un anno di sensazioni, di ascolti, di posti, di emozioni.



Comincia con la musica, come sempre.
Senza posizioni, come a volte accade.
Sicuro, sicurissimo, il ricordo di due cantautori.
Il primo è una conferma, anzi il capolavoro di una carriera, forse.
Sufjan Stevens firma probabilmente il disco dell'anno, destinato a rimanere per chiunque abbia un cuore.
Non è un disco, è una seduta di psicanalisi con sè stesso, l'accettazione di sè, l'infazia, l'oggi, il domani.
Senza timore di esagerare: tra i capolavori del decennio, perchè ha una sensibilità così rara che si sente in ogni nota.
E se l'americano festeggiava quindici anni di carriera, per Benjamine Clementine era l'esordio.
Nonchè il più grande successo del blog: secondo a parlarne in Italia, prima del disco, tentato pure un contatto per porta…

Il regalo di Natale ce lo fanno Radiohead e Lcd Soundsystem

Buon Natale, prima di ogni cosa.
Quest'anno un uno due non da poco allieta la giornata, due inediti piuttosto sorprendenti (e belli).
La sorpresa più grande è targata Lcd Soundsystem: James Murphy aveva dato le scene, in piena gloria, con This Is Happening, il primo leggermente scricchiolante album di una carriera veloce quanto leggendaria.
L'addio era stato con un leggendario concerto di quattro ore, nella amata New York, fotografata da un ottimo documentario  nel 2011.
Ovviamente Murphy non è mai scomparso dalle scene, lavorando in collaborazioni e produzione (incredibile il lavoro fatto con gli ultimi Arcade Fire).
Oggi, però, Natale 2015, con questo brano che scrive come già in testa da otto anni e mai finito in tempo per uscire in tempo per le feste, esce un nuovo brano.
In streaming, in vinile (1000 copie, esaurite in pochi minuti).
Un brano struggente, come è già capitato di scrivere a quel matto che in realtà di solito ci faceva ballare.
Invece, ci fa commuovere con un…